Biografia

Stefano Lucchini è nato a Roma nel 1962, coniugato e con due figli.
Si è laureato in Economia alla LUISS, Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma, con una tesi in Economia dei Mercati Finanziari con il Professor Emilio Barone.

Nel 1987 è entrato a lavorare all’ufficio studi di Montedison (il cui Presidente era Mario Schimberni), all’epoca guidato da Matilde Bernabei e Gilberto Gabrielli.
Dopo un’esperienza come assistente di John Dingell (parlamentare Democratico del Michigan), Presidente della Commissione Energy and Commerce al Congresso USA a Washington D.C., Lucchini è stato Direttore della Comunicazione della Montedison USA a New York fino al 1993, con una breve parentesi italiana quando fu richiamato a Milano lavorando con Marco Fortis, per collaborare con Raul Gardini e Giuseppe Garofano, dove si è occupato principalmente di sviluppare l’immagine del Gruppo, all’epoca con quattro società quotate alla NYSE (Erbamont, Ausimont, Himont e Montedison).

Nel 1993, è tornato in Italia, e si è occupato della comunicazione finanziaria Investor Relation del Gruppo Ferruzzi Montedison, con Fulvio Conti come CFO, introducendo un modello di comunicazione integrata tra finanza e media che verrà ripreso da altre società quotate in Borsa.

Nel 1997 è stato chiamato in Enel dall’Amministratore Delegato Franco Tatò e dal Presidente Chicco Testa, per collaborare alla trasformazione del colosso energetico dal monopolio al mercato, mandato che Tatò aveva ricevuto dall’allora Ministro dell’Economia Carlo Azeglio Ciampi nel Governo Prodi. Si è occupato inizialmente della comunicazione integrata finanziaria e stampa con il modello che aveva teorizzato e già applicato in Montedison ed è diventato successivamente Direttore Relazioni Esterne del gruppo. Nel 1999 ha curato la quotazione in Borsa di Enel a Milano e New York.
È stato Direttore delle Relazioni Esterne della Confindustria con la presidenza di Antonio D’Amato e la direzione generale di Stefano Parisi.

Nel giugno 2002 è stato chiamato dal Presidente Giovanni Bazoli e dall’Amministratore Delegato Corrado Passera come Direttore Relazioni Esterne del gruppo Banca Intesa. Durante la sua permanenza ha curato numerose iniziative di comunicazione tra cui quelle volte a facilitare l’integrazione delle tre anime della Banca (Comit, Cariplo e Ambroveneto), alla valorizzazione del patrimonio artistico e alla cultura aziendale. In questo periodo, ha gestito il cambio del nome da Intesa BCI a Banca Intesa e la sua declinazione in Italia e all’estero.

A luglio 2005 è stato nominato Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione del gruppo Eni, chiamato dal CEO Paolo Scaroni e dal Presidente Roberto Poli.
Ha dato grande importanza alla Sostenibilità sociale d’impresa e nel corso del suo incarico Eni ha ottenuto importanti riconoscimenti come il “Corporate Social Responsibility Award” della Foreign Policy Association, e raggiunto i primi posti nella classifica CSR Online Awards “Global Leaders ” che prende in considerazione 91 compagnie incluse nel Dow Jones Sustenability Index, il più prestigioso indice mondiale di valutazione della CSR, in cui Eni è entrata nel 2007. Nel 2006 Eni è stata la prima azienda italiana a entrare nel FTSE4 Good.

Tra gli incarichi che ricopre Stefano Lucchini c’è quello di docente all’Alta Scuola di Giornalismo presso l’Università Cattolica di Milano, di cui è anche componente del Nucleo di Valutazione dal 2002 e Condirettore del Master in Media Relation e Comunicazione d’Impresa.
Ha introdotto in Eni le campagne pubblicitarie a cura di giovani artisti emergenti per la valorizzazione delle eccellenze in tutti campi, di cui è fermo sostenitore.
Dal 2007 è membro di Giunta Nazionale di Confindustria e del Comitato Direttivo UPA. Consigliere del Censis, della Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) e della Eni Foundation.

Dal 2005 al 2012 è stato membro CdA di AGI.
Commendatore prima e adesso Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana, ha ricevuto anche la Medaglia d’Argento della CRI. È inoltre membro dell’Advisory Board MBA Program Luiss e ha fatto parte del Comitato dei Garanti per le celebrazioni 150 anni dell’Unità d’Italia e nel Board of Directors dell’American Chamber of Commerce in Italy. È nel Consiglio Direttivo Unindustria e Consigliere della Fondazione Economisti dell’Energia. Nel 2012 ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica dal Centro Piò Manzù.
Fa parte dell’Associazione “Giorgio Ambrosoli” e, dalla sua fondazione, è nel Direttivo dell’associazione “Punto.it”, presieduta da Luigi Gambardella.
Tra gli incarichi esteri, è Visiting Fellow alla Oxford University (Center for Reputation – SAID Business School).
Ha scritto un libro sulla comunicazione che è un manuale pratico della comunicazione d’impresa: “Niente di più facile, niente di più difficile”, ormai alla terza edizione.
Appassionato di storia, ha anche scritto il libro “I Lanceri di Montebello”, per la Vallecchi Editore, insieme con Fabrizio Centofanti all’epoca portavoce dell’Esercito Italiano in operazioni di Pace all’estero.
Nel 2012 è stato insignito della Carta della Pace per la tutela della Memoria, dei Diritti dell’Uomo e dell’Ambiente.
Da giugno 2012 è Presidente di Eni USA e Direttore Relazioni Esterne e Internazionali di Eni.

Dal 1 settembre 2014 Stefano Lucchini è Direttore International and Regulatory Affairs di Intesa Sanpaolo.